fbpx

Ultimamente si parla molto di fuga di cervelli in italia, ma a volte si tende a dimenticare di elogiare quelli che sono i “cervelli” di cui andar fieri nel nostro paese, è il caso di Michele, nostro partner, lo abbiamo intervistato per voi, ed ecco cosa ha risposto alle nostre domande:

Ciao Michele, da dove vieni e come si chiama la tua azienda?
– Ciao Ragazzi, vengo da Sestu in sardegna e la mia azienda si chiama “Rust Garage”

img-20161115-wa0010

Una graticola per veri uomini made in Rust Garage

In breve, di cosa si occupa la “Rust Garage”?

– Mah, Rust Garage è più un hobby per me, non lo faccio come primo lavoro, è una passione che coltivo nei ritagli di tempo, solitamente mi capita di lavorare su un po tutto ciò che si può realizzare con una saldatrice e del ferro, realizzazioni che non per forza devono aver a che fare con le quattro ruote o con i motori in generale, dall’allargamento di cerchi in ferro alla realizzazione di oggetti di uso quotidiano un pò particolari.

 

 

Fino ad oggi quale è stata la richiesta più “strana” fatta da un tuo cliente?
– Mmm vediamo, forse la richiesta più strana mi fu fatta da un cliente che voleva gli realizzassi una sorta di bypass del silenziatore, gestibile manualmente tramite una farfalla per lo scarico della sua auto, solo che il tipo in questione voleva fare tutto questo su un motore 1.2 8 valvole originale.

 

Hai degli obiettivi per la tua azienda nel 2017?
-Assolutamente! vorrei intraprendere un nuovo progetto e sinceramente qualche idea sul tipo di veicolo ce l ho già, anche se ancora non so cosa prenderò di preciso ma comunque sia punterò anche stavolta a qualcosa di puramente italiano. Ovviamente la Uno continuerò ad usarla e il nuovo progetto rimarrà top secret proprio come feci con la Uno, tenendola quasi 4 mesi “nascosta” agli occhi di tutti.

 

L’espositore che Michele porta in giro agli eventi, tanto semplice quanto efficace

Passando al nostro ambiente, cosa ne pensi della scena Stance italiana oggi?

– Bella domanda, purtroppo la realtà che viviamo noi in Italia è abbastanza diversa dalla quella presente in altri paesi, ad iniziare dal tenore di vita del lavoratore italiano medio, quindi abbiamo a che fare sicuramente con una “scena Stance” differente da ciò che si presenta al di fuori dall’ Italia. E tale differenza, qualitativamente parlando, probabilmente è dovuta anche dal fatto che il metodo di ragionamento dell’ italiano medio lo porta ad esser poco conservativo facendo si che non riesca, per esempio, a metter da parte una determinata somma per acquistare un determinato pezzo apparentemente costoso, ma magari, spenda la stessa somma, man mano che gli arrivano i soldi in mano, acquistando talvolta pezzi che si possono rivelare anche poco utili.

 

fb_img_1479416609598

La Rust Uno, vero e proprio espositore viaggiante per la Rust Garage, tutti i lavori su di essa sono stati realizzati da Michele

Cosa porterai al nostro evento?
– Quest anno porterò la Rust Uno, piuttosto dovrò decidere sul cosa caricare nella cesta sul
tetto. L’espositore con il cerchio allargato
che porto di solito in giro è tutto tranne che comodo da trasportare nella cesta per tutti quei chilometri ma qualcosa me la inventerò di sicuro, non vi deluderò!

 

Che dire allora, Grazie Michele!,
non aspettiamo altro che vederti al nostro evento!.

Lasciamo ai nostri lettori qui in basso il link alla pagina Facebook di Michele, mettete un like e non esitate a contattarlo se avete in mente qualcosa da realizzare!
[wpdevart_like_box profile_id=”Rust-Garage-956030914407583″ animation_efect=”none” show_border=”show” border_color=”#fff” stream=”hide” connections=”show” width=”300″ height=”150″ header=”small” cover_photo=”show” locale=”en_US”]